Opening Hours : Da Lunedì a Venerdì dalle 9 alle 19
  Contact : 06 4202 0927

Implantologia

I progressi dell’implantologia dentale

L’implantologia dentale sta cambiando a una velocità sorprendente.
In passato i criteri di successo della chirurgia implantare erano completamente diversi da quelli attuali.
Mentre prima l’osteointegrazione e la stabilità dell’impianto venivano ritenuti il vero obiettivo della chirurgia implantare e meno risalto veniva dato all’esito estetico del lavoro, con il passare degli anni e la constatazione che gli impianti hanno una loro notevole durata e l’osteointegrazione non è proprio un risultato miracoloso ma una conseguenza biologica , si è passati a ritenere un lavoro di successo quello in cui, non solo gli impianti si integrano e rimangono in bocca a lungo, ma possono consentire anche il recupero parziale o totale dell’estetica perduta.

Questa è una rivoluzione!
Significa che l’implantologo oggi può e deve garantire la riuscita estetica del suo lavoro, coinvolgendo gli elementi del suo team di lavoro per accontentare le richieste del paziente. A questo punto la programmazione non partirà più dalla mancanza del dente da rimpiazzare, come avveniva prima, ma partirà dallo studio e dalla progettazione della protesi che sarà in grado di ricreare l’unità estetica e funzionale ideale per una determinata situazione.
L’implanto-protesista e il suo odontotecnico dopo aver preso le impronte e sviluppato il modello in gesso dell’arcata preparano una ceratura che consente di visualizzare e valutare la posizione dei denti di protesi, la loro forma e i rapporti dei denti con i tessuti circostanti, duri (denti adiacenti) e molli (gengive, guance, lingua).
In chirurgia guidata la sovrapposizione della scansione del modello con la radiografia rende possibile il “miracolo” e cioè permette di localizzare esattamente gli impianti a seconda di dove dovranno essere i denti, compatibilmente con le caratteristiche anatomiche profonde e cioè compatibilmente con la disponibilità e qualità dell’osso.
Per questo motivo mi piace scrivere un articolo intitolato “implantologia oggi” e non “implantologia”, visto che l’evoluzione delle conoscenze, delle tecniche e dei materiali è concreta e determina le scelte dell’impantologo moderno.

156